AKLab.org

Since 2006

ilqualunquista.org: Proposta di referendum sull’abbassamento degli stipendi parlamentari

Copio pari pari un articolo apparso questa mattina su ilqualunquista.org. Leggetevelo con attenzione e agite. Finchè c’è tempo per farlo!

 

Nessun telegiornale ne ha parlato. Nessun giornale cartaceo ne ha scritto. Nessun sito di informazione “blasonato” ha osato farne parola. Ma questa proposta di referendum esiste davvero. Ne ho appena avuto conferma da un consigliere del comune dove vivo. Esiste davvero e, se raggiunto il numero di firme richiesta, questa proposta diverrà realtà. Il passo successivo sarà quello di andare a votare al referendum vero e proprio.

Ma in cosa consiste questa proposta? O meglio: su cosa punterà il referendum?

All’abrogazione parziale della legge per le indennità parlamentari, ossia l’articolo 2 della legge 1261 del 1965 che disciplina le indennità spettanti ai membri del Parlamento, cioè i compensi relativi alla diaria ed alle spese di soggiorno a Roma. Qualora questo articolo venisse abrogato si risparmierebbero circa 48mila euro all’anno per ciascun parlamentare. La raccolta firme proseguirà solo fino al 27 luglio.

 

QUARANTOTTOMILA EURO all’anno sembrano pochi. Ma moltiplicati per i 945 elementi fanno circa 48 milioni di euro. QUARANTACINQUE MILIONI DI EURO all’anno. Forse letto così sembra una cifra per la quale possa valer la pena muovere il sedere per andare a firmare.

Il tempo stringe: abbiamo tempo solo fino al 27 luglio. Sono sicuro che, anche dopo il referendum cambierà poco perchè i porci troveranno un nuovo modo per ripristinarla (i rimborsi elettorali ne sono un esempio) ma noi abbiamo un potere: rendergli la vita meno comoda e privilegiata. Usiamolo e tentiamo di riprenderci le redini dell’Italia. Tecnicamente siamo ancora una democrazia e in quanto tale abbiamo diritto di parola e dovere di fare qualcosa. Subito!

 fonte

E tu cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti e condividi il post sui social!
---
Vuoi rimanere sempre aggiornato? Non perdere nessun post: iscriviti al canale Telegram e alla pagina Facebook!

, , ,