AKLab.org

Since 2006

Le elezioni in Grecia

Molto interessanti i risultati che stanno uscendo dagli exit poll in Grecia: non tanto per l’ingresso in Parlamento di un gruppo d’ispirazione neonazista quanto per la completa sfiducia dimostrata dal popolo greco verso i partiti “storici”.

I big sono stati sfiduciati pesantemente da queste votazioni e quello che mi chiedo è se anche noi italiani avremo lo stesso coraggio quando sarà il nostro turno. Ma di questo ne dubito fortemente.

Siamo un paese dove ancora secondo i politicanti di turno esistono comunisti e fascisti schierati rispettivamente in camicia rossa e camicia nera. Siamo in un paese che ancora non si è accorto che dal Ventennio, dai Partigiani, dal sessantotto e dalle lotte di classe è passato davvero tanto tempo. Siamo un paese che ancora crede al politicante che va a zoccole (ops scusate, ad escort), che crede a quello ce si spaccia comunista doc (ma con lo yatch), che crede ai sudditi parlamentari del Vaticano, che crede ai partiti che parlano di famiglia ma che hanno al loro interno gay latenti e divorziati.Un paese che addirittura vede la salvezza politica in un urlatore di piazza che ha si è sempre smentito di apparizione in apparizione. Per la cronaca: non ho nulla nè contro i gay nè contro i divorziati: voglio solo far risaltare il forte controsenso che ci governa.

Per non parlare poi di vallette, showman e show girl, porno attrici, BR, trans e quant’altro.

Un giorno, forse, impareremo. Ma probabilmente di merda sotto i ponti (e sopra la nostra testa) ne deve ancora passare.

Non voglio accendere dibattiti, guerre di religione o quant’altro: è solo una piccola considerazione di un ignorante dopo aver letto una notizia.

E tu cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti e condividi il post sui social!
---
Vuoi rimanere sempre aggiornato? Non perdere nessun post: iscriviti al canale Telegram e alla pagina Facebook!

, , ,